Lab/
Gravina
/

Nascosta

La Gravina nascosta è un percorso partecipato per la conoscenza della Gravina che è sotto i nostri piedi, scavata nel tufo. Uno studio finalizzato alla ricerca di soluzioni tecniche e strategie per poter rivivere i luoghi della città in negativo e riscoprire l’architettura ipogea.

27 mag 2015

PASSEGGIATA RIGENERANTE / 02 Giugno 2015 / Gravina in puglia, Centro storico

  Una passeggiata da non perdere nel centro storico di Gravina in Puglia, organizzata dal laboratorio urbano LAb/GRAVINA 2020 per condividere con i cittadini il percorso di Rigenerazione Urbana avviato dalla Amministrazione Comunale. Un’occasione per esplorare i “lavori in corso” della rigenerazione, cogliere e discutere le “idee progettuali” proposte dalle sezioni di approfondimento tematico del laboratorio:margine, nascosta, economica, ecologica, sociale. – PROGRAMMA ore 10.00 Introduzione alla passeggiata rigenerante, a cura del coordinatore del laboratorio urbano LAbGRAVINA2020 Piazza Plebiscito e Piazza della Repubblica: presentazione del 1° intervento di rigenerazione urbana “recupero e riqualificazione degli spazi pubblici, potenziamento dei sottoservizi e arredo urbano asse monumentale est-ovest centro storico”, a cura del coordinatore del LAbGRAVINA2020 e del Direttore dei Lavori Piazza della Repubblica, ipogei Palazzo Orsini: proposta di valorizzazione di Gravina Nascosta con installazione video, a cura della sezione LAbGRAVINA/nascosta Piazzale Scuola San Giovanni Bosco: proposta di fruizione di uno spazio pubblico da […]

leggi tutto

09 apr 2015

Relazione sulle attività dell’asse nascosta…

Secondo cronoprogramma, presentato in seduta di gara, le attività da realizzare sono state suddivise e calendarizzate in diverse fasi: Analisi stato di fatto degli ipogei; Implementazione dati; Indirizzo sulla tutela e valorizzazione degli ipogei; Valorizzazione ipogei.   1. ANALISI STATO DI FATTO DEGLI IPOGEI Per definire uno scenario possibile di trasformazione e strutturare un’idea progettuale di valorizzazione degli ipogei, occorre partire da uno studio del quadro conoscitivo e da un’analisi accurata delle potenzialità e delle criticità. La ricerca parte dall’individuazione delle criticità infrastrutturali, strutturali, ricettive, comunicative presenti, ma anche delle potenzialità non adeguatamente valorizzate. Il complesso degli ipogei, che interessa tutto il sottosuolo del centro storico di Gravina, si presenta come un contesto sotterraneo notevolmente esteso, articolato e pluristratificato. Stando ad un indagine a campione delle cavità sotterranee di cui è costituito il centro storico di Gravina in Puglia si possono definire le seguenti tipologie ipogee: Cantine a più livelli Cisterne Palmjiente […]

leggi tutto

31 mar 2015

ESPLORAZIONI DIRETTE ED INDIRETTE…

Continuano le esplorazioni del sottosuolo, delle cavità antropiche di Gravina in Puglia…Nei mesi precedenti abbiamo esplorato diverse cavità ipogee di proprietà privata; qualcuna è stata preservata, qualcun’ altra non gode di buone condizioni di conservazione. Uno degli obiettivi dell’asse NASCOSTA è quello di realizzare un progetto guida di valorizzazione degli ipogei secondo le “linee guida” realizzate nell’ambito del Laboratorio Gravina2020…ci stiamo lavorando! E stiamo lavorando anche su proprietà pubbliche di difficile accesso! E in questo caso che ci supportano i nostri partner di progetto, APOGEO e CARS, con la loro esperienza e le loro strumentazioni… la non accessibilità di alcuni siti e la necessità di indagarli ci ha portato ad usare metodologie di indagini indirette, le analisi geofisiche; di strumentazioni ce ne sono diverse, ma nel nostro caso abbiamo avuto bisogno delle indagini con georadar.  Il metodo di indagine georadar è in grado di rilevare le discontinuità presenti nei mezzi […]

leggi tutto

20 gen 2015

PROGETTARE DALL’ECOSISTEMA: lectio magistralis dell’arch. A. Magnaghi

La lettura storiografica del centro storico di Gravina in Puglia condotta dai due assi del labGravina2020, ci ha insegnato che il “sistema Gravina” ha perso resilienza quando si è voluto governarlo dall’alto: più la percezione spaziale diventava dall’alto verso il basso, più il governo del territorio diventava gerarchico e le sue categorie statiche, più le matrici originarie, acqua e levare, smettevano di rigenerare risorse. Tale analisi, confrontata con lo status quo, ci ha permesso di rintracciare il CODICE GENERATIVO DEL PROGETTO DI TERRITORIO, il corpus delle regole di trasformazione, non norme di attuazione di una pianificazione lineare, ma un piano di attuazione procedurale che abiliti la capacità di autorigenerarsi dell’ecosistema (processo ciclico), intendendo per ecosistema la coevoluzione di uomo e ambiente. Di questo e di molto altro ci ha illustrato l’arch. A. Magnaghi nella sua lectio magistralis tenutasi il 19 Dicembre presso la Biblioteca Finia a Gravina in Puglia. Rifacendosi […]

leggi tutto

11 set 2014

…CONTINUANDO NELLA “CITTA’ NASCOSTA”

Nel secondo trimestre di attività connesse al Laboratorio partecipato “LABGRAVINA2020-SEZIONE 1-LA GRAVINA:LA CITTA’ NASCOSTA” sono state completate le fasi di: Analisi stato di fatto degli ipogei nel centro storico di Gravina in Puglia; Implementazione dati; e si è iniziato a lavorare circa l’Indirizzo sulla tutela e valorizzazione degli ipogei (terza fase del progetto). In particolare l’Analisi è stata completata attraverso la seguente attività:  Contatto con Autorità di Bacino di Basilicata: Il 5 Marzo 2014 il Laboratorio 2020 “Gravina nascosta” ha incontrato l’Autorità di Bacino della Basilicata territorialmente competente, nella sede di Potenza. Erano presenti il Dirigente dell’Area Gestione dei Rischi Carmelo Paradiso, il geologo Bernardi e la dott.ssa Pagnaro. Della fase di Implementazione  si stanno continuando ad espletare le seguenti attività: Scambio dati tra Undergrà, Cars, FSP (partners di progetto); Implementazione dati di Undergrà con quelli del CARS e della FSP; Implementazione piattaforma regionale con i dati di Undergrà; Analisi […]

leggi tutto

11 set 2014

PRIMI PASSI DELLA “CITTA’ NASCOSTA”

La Gravina “nascosta” è un percorso partecipato per la conoscenza della Gravina che è sotto i nostri piedi, scavata nel tufo. Uno studio finalizzato alla ricerca di soluzioni tecniche e strategie per poter rivivere i luoghi della città in negativo e riscoprire l’architettura ipogea. Nei primi tre mesi si sono realizzate le seguenti attività: La fase di Analisi si è esplicata in: l’Esame del database dell’associazione Undergrà che nel corso di questi anni ha realizzato sopraluoghi negli ipogei naturali, ma soprattutto artificiali, di tutto il centro storico focalizzando la propria attenzione su alcuni ipogei lungo l’asse monumentale e delineando le tipologie ipogee diffuse sull’area del centro storico e sullo stato di fatto sommario del sottosuolo della stessa superficie. Sono stati rilevati n. 7 ipogei privati, ubicati sotto palazzi storici con tecniche di rilievo tradizionale, muniti di strumenti quali livella laser, distanziometro, rollina, bussola, igrometro per la misurazione del tasso di […]

leggi tutto

11 apr 2014

APPUNTAMENTO AL BUIO!

In occasione della 720esima edizione della Fiera San Giorgio il Laboratorio di rigenerazione urbana-Lab2020/asse la GRAVINA NASCOSTA incontrerà la cittadinanza presso lo stand istituzionale nelle giornate di venerdì 25 Aprile e di domenica 27 aprile. Le giornate in fiera saranno occasione per continuare a raccogliere “esperienze in cantina”! Il contatto continuo con la popolazione che è e che è stata nel centro storico ci aiuta a carpire il rapporto che è, è stato e che sarà con gli ipogei. Raccoglieremo contatti dei proprietari di ipogei per fissare un “appuntamento al buio” nei mesi di maggio e giugno: sarà l’occasione per continuare a monitorare lo stato di salute nel nostro sottosuolo e raccogliere pareri sul futuro recupero e reimpiego dei siti! vi aspettiamo!    

leggi tutto

31 mar 2014

CRITICITA’ NELL’ABBANDONO…

Nel territorio di Gravina in Puglia, il contesto da analizzare è costituito da numerose strutture sotterranee che si estendono per tutto il territorio intra moenia e in parte extra moenia; lo sviluppo di questi siti è dovuto alla presenza in loco del TUFO, la materia prima con cui, grazie alla sua peculiare caratteristica di malleabilità, i nostri avi hanno dato al nostro territorio le sue attuali conformazioni urbanistiche ed ambientali…Scavando fino ad arrivare al profondo delle viscere, fino ad avere a disposizione una quantità di materia tale da poter costruire sopra palazzi  maestosi o semplici casette, il tufo si è presentato sin dai tempi più remoti la materia prima con cui l’uomo risalendo in superficie, da cave domestiche, costituiva sopra l’ambiente vivibile e sotto l’immagine in negativo del nuovo palazzo. Gli ipogei che erano parte integrante della struttura in superficie, fino a cinquant’anni fa, sono stati sottratti alle loro funzioni originali […]

leggi tutto

29 mar 2014

Incontro preliminare con l’Autorità di Bacino Basilicata

Il 5 Marzo 2014 il Laboratorio 2020 “Gravina nascosta” ha incontrato l’Autorità di Bacino della Basilicata territorialmente competente, nella sede di Potenza. Erano presenti il Dirigente dell’Area Gestione dei Rischi Carmelo Paradiso , il geologo Bernardi e la dott.ssa Pagnaro. Dall’ incontro si è riscontrata la necessità e l’urgenza di creare una collaborazione, mediante Protocollo d’Intesa tra l’AdB Basilicata e l’ Amministrazione Comunale, seguendo fasi ben precise. L’Amministrazione Comunale deve raccogliere in primis le informazioni, individuare e fare uno screening sulle aree del centro storico più interessate da cavità sotterranee. Questa mappatura potrà essere così condivisa dall’Adb che, a seguito di uno studio di verifica e di approfondimento, provvederà  mediante l’aggiornamento del PAI (Piano di Assetto Idrogeologico) ad una perimetrazione delle zone, classificandole come R1 (Aree a Rischio Moderato), R2 (Aree a Rischio Medio), R3 ed R4 (Aree a Rischio elevato e molto elevato) e in parte come Aree Soggette a Verifica […]

leggi tutto

25 mar 2014

IL TESORO SOTTO I PIEDI!

Molti sono gli aspetti artistici, naturali, geomorfologici e storici che caratterizzano e distinguono Gravina dagli altri paesi della Murgia pugliese; tali elementi sono ancora nascosti, abbandonati a se stessi, sconosciuti dagli stessi cittadini, denigrati e maltrattati…La città ha dimenticato completamente le sue radici e  il suo rapporto con il sottosuolo, cioè ignora le sue origini, impressionanti immagini di calco negativo della città che hanno contribuito a edificare pilastri , navate, scaloni, ripiani, tutto in prospettiva rovesciata, una città sotto la città.Questo territorio buio, nascosto, sconosciuto resta ancora di nessuno perché tale, ma anche e soprattutto perché di esso ne ignoriamo l’esistenza: è un regno labirintico, è un tesoro sotto i nostri piedi! Gli insediamenti rupestri, che caratterizzano il territorio di Gravina, sono il prodotto di un preciso rapporto tra la natura del territorio ed i saperi, l’ artigianalità, le capacità umane che hanno saputo utilizzare con raziocinio le risorse del contesto […]

leggi tutto